Grappa di Aglianico invecchiata

Vitigno : distillato di vinacce derivate da uve di Aglianico amaro

Ubicazione Vigneti: Zone vocate Guardia Saframondi

Distillazione: Il metodo è quello discontinuo a fuoco diretto a vinaccia sommersa con alambicco interamente in rame e lavorazione totalmente manuale. Il metodo più antico e tradizionale, unico nel garantire davvero, grazie ai tempi lunghi di distillazione e delle temperature mai elevate raggiunte nella lavorazione, una separazione ottimale delle teste e code dal cuore del distillato e di ottenere così una grappa secondo tradizione, con sapori ed aromi inimitabili. Metodo lento e difficile, ma anche il solo, che in virtù di materie prime selezionate e dell’arte del distillatore, permette di scolpire il profilo sensoriale della nascente grappa, ottenendo così un distillato unico che conserva gli aromi e le fragranze dell’uva da cui proviene.

Caratteristiche organolettiche: La metodologia di lavorazione unitamente alle piccole quantità di vinaccia fresca che viene lavorata in ogni “cotta” permette il pieno e vigoroso passaggio alla grappa di tutti i caratteristici aromi e sapori del vino da cui proviene. Grappa inimitabile per complessità di bouquet e naturale morbidezza di corpo esaltata dall’invecchiamento per almeno 12 mesi in pregiati legni come il rovere e il ciliegio che la rendono vellutata al palato con sentori di amarena e vaniglia in un mix caldo e avvolgente.

Affinamento: almeno 12 mesi in botti e barriques di legni pregiati.

Tenore alcolico: 40% in volume

Servizio: in tulipani per grappa a 16-18 °C. Prima dell’assaggio è bene che la grappa riposi qualche minuto nel bicchiere; ossigenandosi, i profumi si esaltano, l’armonia naso-palato si completa.

Abbinamento: pasticceria secca, cioccolato fondente almeno al 70%.